Archivio articoli

02.04.2017 21:27
 Quanti si ricordano di Enrico Pea? Quanti hanno letto i suoi libri? Eppure è stato uno dei maggiori scrittori italiani del Novecento. A Lucca, nel quartiere di S. Anna, una traversa che unisce via Bigongiari a viale Puccini porta il suo nome. Forse non a caso, visto che fu proprio Giacomo...
30.03.2017 21:05
Capitolo II Amato, quando lo conobbi, aveva vinto da poco il Premio Viareggio per la poesia, era il 2003. Ci davamo ancora del lei. Io non so cosa volevo fare all’epoca, cioè in che progetto volevo coinvolgerlo, forse fare dei libretti d’artista con le sue poesie, qualcosa...
22.03.2017 08:12
Capitolo I Questo volume nasce sotto i peggiori auspici. Volevo scrivere un libro che cantasse le lodi del poeta Roberto Amato, che ne raccontasse la vita e ne celebrasse l’opera. Ma lui si è opposto. Non credo per modestia, quanto per il timore che non lo celebrassi abbastanza. Però, siccome non...
16.03.2017 17:07
DUE CASI BOSCHIVI Siamo in quattro, due coppie nel bosco, verde fresco e luce che frastaglia tra le foglie. L’uomo, il giovane, tu lo hai già visto altre volte, ha il viso largo, i bei lineamenti, il sorriso, i denti regolari, ma la pelle è accesa, leggermente umida di sudore: è folle. Ti parla, lo...
13.03.2017 22:00
  La ragazza mi aveva atteso a lungo al ristorante. Si era seduta al tavolo prenotato, aveva ordinato una bottiglia d’acqua minerale e aveva bevuto un sorso. Al cameriere aveva detto di ripassare fra un po’, quando fosse arrivato l’amico che aspettava, cioè io. Era una bella ragazza, lo aveva...
01.03.2017 19:02
LUIGI BOCCHERINI Sul glorioso Luigi Boccherini e il suo celebre Minuetto ci sarebbe troppo da dire, come si fa? Avesse poi scritto solo il Minuetto... al contrario, fu molto prolifico e fu pure un enfant prodige che a quattordici anni suonava il violoncello a Vienna, assieme al padre...
21.02.2017 00:02
          Mezzanotte è passata da un pezzo, e più mi inoltro nelle ore più lo stomaco mi ricorda che ho cenato leggero e molto presto. Mi si affacciano alla mente padellate di pastasciutta, ho miraggi di spaghetti, ma non avrò mai la forza d’animo di alzarmi e andare di là...
16.02.2017 18:50
I   I voli degli uccelli si incrociavano nel riquadro della finestra di cucina, un rettangolo di selezione visiva, un modo semplice per organizzare i fenomeni, per ricondurre la frastornante molteplicità del mondo ad un esiguo numero di elementi analizzabili. Da quello spicchio di...
12.02.2017 00:15
«Quest'inverno, cioè circa due mesi fa, forse più, Ricourt ha allestito, con un certo lusso di messa in scena e di manifesti stampati, un'opera notevole, Madre e figlia, del signor Xavier Forneret. Un altro giorno faremo conoscere ai nostri lettori il signor Xavier Forneret, una delle personalità...
11.02.2017 01:01
IL PRIMO NATALE CHE IO RICORDI   Dovevo avere quattro o cinque anni. Rivedo un Paperino di gomma chiuso in una scatola di plastica trasparente. Tenevo la scatola in mano e dicevo che Paperino era in ascensore. Mi avevano regalato un Paperino in ascensore. Il tavolo di cucina era carico...
Oggetti: 31 - 40 di 44
<< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>